Due ragazze di 16 e 19 anni sono morte nella notte. Il terzo amico in codice rosso

Due ragazze di 16 e 19 anni sono morte in un incidente stradale che si è verificato sulla Via Aurelia vicino a Roma la notte. L'auto su cui viaggiavano, insieme a un'altra ragazza di 19 anni, uscirono dalla strada per motivi che non erano stati ancora chiariti e ribaltati più volte. Le vittime sono il guidatore di 19 anni e un passeggero di 16 anni.

Trasportato in ospedale in codice rosso, ma non in pericolo di vita l'altro 19enne. I carabinieri della stazione di Torrimpietra e Civitavecchia e i vigili del fuoco sono intervenuti sul luogo dell'incidente. Secondo una prima ricostruzione, le tre giovani donne stavano tornando a casa dopo una serata trascorsa in un pub Ladispoli. Continua dopo la foto

Un flagello infinito di incidenti stradali. A segnalarlo in un bell'articolo è stato Riccardo Luna, ex direttore di Wired e oggi RM di La Repubblica, che si è espresso su questa psicosi ingiustificata del Coronavirus. Per Luna, se si dovessero esaminare i dati reali sulla mortalità per incidenti stradali, si scoprirà che oggi in Italia c'è più paura di essere vittime del Coronavirus che di un incidente stradale. Continua dopo la foto

Questo perché l'italiano medio non ha una buona idea di cosa succede quotidianamente sulle nostre strade. I media stessi sono più preoccupati di riferire continuamente notizie super allarmanti su questa nuova epidemia, ma non si sa perché non si preoccupino ugualmente di dare visibilità alla miriade di incidenti e soprattutto alle vittime che accadono quotidianamente sulle nostre strade. Giusto per darvi dei numeri, basti pensare che ogni giorno in Italia circa 10 persone muoiono per strada. Continua dopo la foto

{loadposition intext}
Un numero elevato e allarmante che continua a rimanere stabile nonostante il numero di incidenti è in costante diminuzione. Una situazione preoccupante che sembra non riguardare molto l'opinione pubblica, tanto meno la stampa nazionale. A differenza del Coronvirus che porta alla morte nella maggior parte dei casi anziani, deboli o già affetti da altre patologie, gli incidenti stradali spesso ci privano di persone giovani, forti e sane.

Potresti essere interessato a: "C'è posta per te", non è mai successo prima. Maria De Filippi senza parole

L'articolo Crash in the night, due ragazze di 16 e 19 anni sono morte. Il terzo amico in codice rosso viene dalla rivista Caffeina .

(Fonte: Articolo originale su Caffeina Magazine)

Commenta su Facebook

Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.