Lutto al cinema. Più che un attore, una vera leggenda scompare

Grave lutto nel mondo del cinema. L'attore svedese Max Von Sydow è deceduto all'età di 90 anni. Nella sua carriera professionale è stato protagonista di un centinaio di film e programmi di successo. Oltre ad essere l'attore preferito di Ingmar Bergman, le persone lo ricordano soprattutto per le sue interpretazioni in "L'esorcista", "Hannah e le sue sorelle", "Fino alla fine del mondo" e "Risvegli". Ha anche ricevuto alcuni premi davvero prestigiosi per tutta la sua vita.

In effetti, due volte ha ricevuto una nomination all'Oscar. Nel 1989 per il film "Pelle per conquistare il mondo" e nel 2012 per "Molto forte, incredibilmente vicino". Ad annunciare la sua partenza è stata sua moglie Catherine tramite il suo agente. Questo è il messaggio integrale: "Con infinita tristezza e profondo dolore annunciamo la scomparsa di Max Von Sydow". Ma c'è stata anche un'altra collaborazione che lo ha reso famoso in tutto il mondo. (Continua dopo la foto)

La partita a scacchi con Death è memorabile nel film "Il settimo sigillo". Max interpretava un cavaliere di ritorno dalle Crociate. Insieme al suo fidato scudiero, Von Sydow incontra la Morte che vuole portarlo con sé. Ma il cavaliere si mostra coraggioso e decide di sfidarla a una partita a scacchi. Se vince la battaglia, la sua vita sarà salvata. Nel 2018, tra le altre cose, il film era tornato al cinema in una versione restaurata in occasione del centenario della nascita di Bergman e 50 anni dopo la sua uscita in Italia. (Continua dopo la foto)

Per quanto riguarda la sua vita privata, è stato sposato con l'attrice Christina Olin dal 1951 al 1979 e ha avuto due figli: Clas S. e Henrik. Nel 1997 si è sposato in Provenza con la produttrice francese Catherine Brelet e ha avuto altri due figli: Cedric e Yvan. Nel 2002 ha ottenuto la cittadinanza francese. In effetti, ha vissuto fino alla sua morte nella capitale Parigi. Degno di nota è anche la sua recitazione in "Star Wars" e in "Il Trono di Spade". (Continua dopo la foto)

Max Von Sydow ha anche vinto la "Royal Foundation of Sweden's Cultural Award" nel 1954 e nel 2005 è stato nominato "Commandeur des Arts e des Lettres". Nel 2012 è stato anche nominato "Chevalier de la Légion d'Honneur". Le sue ultime opere cinematografiche si sono svolte rispettivamente nel 2016 e nel 2018 con i film "Les premiers les derniers" e "Kursk".

Nessuno ferma Antonella Mosetti. Esplodi e "tutto andrà bene"

L'articolo Lutto nel cinema. Più che un attore, una vera leggenda scompare viene dalla rivista Caffeina .

(Fonte: Articolo originale su Caffeina Magazine)

Commenta su Facebook

Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.