La Corte segreta stabilisce che le “ricerche backdoor” dell’FBI sugli americani hanno violato il quarto emendamento

La Corte segreta stabilisce che le

Ma la Corte manca il problema più grande: la sorveglianza di massa della Sezione 702 è intrinsecamente incostituzionale

Il FEP ha da tempo sostenuto che è impossibile condurre una sorveglianza di massa e proteggere ancora la privacy e i diritti costituzionali di innocenti americani, tanto meno i diritti umani di persone innocenti in tutto il mondo.

Questa settimana, ci è stato ancora una volta dimostrato che è giusto. Abbiamo appreso nuove e inquietanti informazioni sulle ripetute e ingiustificate ricerche dell'FBI sulle informazioni degli americani contenute in enormi database di comunicazioni raccolte utilizzando il programma di sorveglianza di massa della Sezione 702 del governo.

Una serie di sentenze non ancora chiuse del distretto federale e delle corti d'appello incaricate di sorvegliare la sorveglianza estera dimostrano che l'FBI non è stato in grado di rispettare anche le modeste regole di supervisione del Congresso posto su ” ricerche backdoor ” di americani dall'FBI. Invece, l'Ufficio di presidenza abusa sistematicamente della sua capacità di cercare tra queste informazioni raccolte dalla NSA per scopi non correlati agli scopi di sicurezza nazionale previsti dalla Sezione 702.

La dimensione del problema è sconcertante. La Foreign Intelligence Surveillance Court (FISC) ha ritenuto che “l'FBI ha condotto decine di migliaia di query ingiustificate sui dati della Sezione 702”. era “una pratica di routine e incoraggiata”.

Il tribunale avrebbe dovuto imporre una vera soluzione costituzionale: richiedere all'FBI di ottenere un mandato prima di cercare le comunicazioni delle persone

Ma come spesso accade , i tribunali segreti di sorveglianza lasciano andare il governo facilmente. Sebbene la FISC abbia inizialmente stabilito che le procedure di ricerca backdoor dell'FBI violassero in pratica il Quarto Emendamento, l'impatto finale della sentenza era piuttosto limitato. Dopo che il governo ha fatto appello, la FISC ha permesso all'FBI di continuare a usare le ricerche backdoor per invadere la privacy delle persone – anche nelle indagini che potrebbero non avere nulla a che fare con la sicurezza nazionale o l'intelligence straniera – fintanto che segue ciò che la corte d'appello ha definito un “modesto procedura ministeriale. ”Fondamentalmente, questo significa richiedere agli agenti dell'FBI di documentare più chiaramente il motivo per cui stavano cercando nelle gigantesche banche dati 702 informazioni sugli americani.

Invece di richiedere semplicemente un po 'più di documentazione, crediamo che il tribunale avrebbe dovuto imporre una vera soluzione costituzionale: dovrebbe richiedere all'FBI di ottenere un mandato prima di cercare le comunicazioni delle persone.

Alla fine, questi ordini seguono un percorso prevedibile. In primo luogo, dimostrano orribili e sistematici abusi costituzionali. Quindi, rispondono con piccoli aggiustamenti amministrativi. Sottolineano come i giudici seduti nei tribunali segreti di sorveglianza sembrano aver dimenticato il loro ruolo primario di proteggere gli americani innocenti dalle azioni incostituzionali del governo. Invece, si perdono in un folto di procedure amministrative volte a fornire un sottile velo di protezione della privacy, consentendo nel contempo alle violazioni reali di continuare.

Anche quando questi giudici vengono avvisati delle effettive violazioni della legge, che si verificano da più di un decennio, si ritirano da ciò che dovrebbe ora essere chiaro come il giorno: la Sezione 702 è essa stessa incostituzionale. La legge consente al governo di raccogliere le comunicazioni e i registri delle comunicazioni delle persone e di accumularle in un database per successive ricerche senza garanzia da parte dell'FBI. Ciò può essere fatto per ragioni estranee alla sicurezza nazionale, tanto meno supportate da una probabile causa.

Nessun aggiustamento “ministeriale” può risolvere i problemi del quarto emendamento della sezione 702, motivo per cui il FEP ha lottato per fermare questa sorveglianza di massa per più di un decennio.

L'opinione mostra che l'FBI è impegnato in ricerche backdoor illegali e incostituzionali di americani

Queste sentenze sono nate da un'operazione di routine della Sezione 702: la revisione annuale da parte del FISC delle “certificazioni” del governo, le descrizioni di alto livello dei suoi piani per condurre la sorveglianza 702. A differenza della tradizionale sorveglianza FISA , la FISC non esamina le applicazioni individualizzate, simili a quelle del mandato, ai sensi della Sezione 702, e sottoscrive invece documenti programmatici come le procedure di “targeting” e “minimizzazione”. A differenza dei normali warrant, le persone interessate dalle ricerche non vengono mai avvisate, tanto meno abilitate a cercare un rimedio per un uso improprio. Tuttavia, anche in base a questa revisione giudiziaria limitata (e riteniamo insufficiente), la FISC ha ripetutamente riscontrato carenze nelle procedure della comunità dell'intelligence e questa certificazione più recente non era diversa.

In particolare, tra i problemi notati dalla FISC c'erano problemi con le procedure di ricerca backdoor dell'FBI. La corte ha osservato che nel 2018 il Congresso ha ordinato all'FBI di registrare ogni volta che cercava un database di comunicazioni raccolte ai sensi della Sezione 702 per un termine associato a una persona statunitense, ma che l'Ufficio di presidenza stava semplicemente registrando ogni volta che gestiva un tale cerca su tutte le persone. Inoltre, non stava registrando il motivo per cui stava eseguendo queste ricerche, il che significa che poteva cercare le comunicazioni degli americani senza un legittimo scopo di sicurezza nazionale. Il tribunale ha ordinato al governo di presentare informazioni e ha anche colto l'occasione per nominare amici per contrastare gli argomenti unilaterali del governo, una procedura consegnata al tribunale nell'ambito del Freedom Act degli Stati Uniti del 2015 (e che EFF aveva fortemente sostenuto per).

Mentre l'FBI forniva maggiori informazioni alla corte segreta, divenne chiaro quanto fosse flagrante il disprezzo dell'FBI per lo statuto. La corte non ha trovato giustificazione per il rifiuto dell'FBI di registrare domande sugli identificatori americani e che l'agenzia stava semplicemente disobbedendo alla volontà del Congresso.

Ancora più inquietante è stato l'uso improprio da parte dell'FBI di ricerche backdoor, che è quando l'FBI controlla le comunicazioni delle persone raccolte ai sensi della Sezione 702 senza un mandato e spesso a fini di contrasto nazionali. Dall'inizio della Sezione 702, l'FBI ha evitato di quantificare il suo uso di ricerche backdoor, ma abbiamo saputo che le sue domande hanno sminuito altre agenzie. Nell'opinione del FISC dell'ottobre 2018, abbiamo una finestra su quanto sia disparato il numero di ricerche dell'FBI. Nel 2017, l'NSA, la CIA e il National Counterterrorism Center (NCTC) “hanno usato collettivamente circa 7500 termini associati a persone statunitensi per interrogare le informazioni sui contenuti acquisite ai sensi della Sezione 702”. Nel frattempo, l'FBI ha eseguito 3,1 milioni di query su un solo database. Perfino lo stesso FISC non ha ottenuto una contabilità completa delle domande dell'FBI quell'anno, né quale percentuale riguardava gli identificativi degli americani, ma il tribunale ha osservato che “dato il focus interno dell'FBI sembra probabile che una percentuale significativa delle sue domande riguardi persone statunitensi termini della query “.

La corte ha continuato spiegando che il controllo lassista – e talvolta inesistente – di queste ricerche backdoor ha generato un uso improprio significativo. Gli esempi riportati dal governo includevano decine di migliaia di “query batch” in cui l'FBI cercava gli identificatori in massa sulla base del fatto che uno di loro avrebbe restituito informazioni di intelligence straniere. Il tribunale ha descritto un ipotetico sospetto implicito che un dipendente di un appaltatore del governo vendesse informazioni sulla tecnologia classificata, in cui l'FBI avrebbe cercato identificatori appartenenti a tutti i 100 impiegati del contraente.

Come osservato dal tribunale, questi problemi di “conformità” hanno dimostrato “incomprensioni fondamentali” in merito ai limiti legali e amministrativi sull'uso delle informazioni della Sezione 702, che si presume siano “ragionevolmente probabili per la restituzione di informazioni di intelligence straniera”. Peggio ancora, perché l'FBI non ha documentare le giustificazioni dei suoi agenti per l'esecuzione di queste interrogazioni, “sembra del tutto possibile che ulteriori violazioni delle interrogazioni che coinvolgono un gran numero di termini di interrogazione di persone di prima qualità siano sfuggite all'attenzione dei sorveglianti e non siano state segnalate alla Corte”.

Con il beneficio del contributo dei suoi amici nominati, la FISC inizialmente vide queste violazioni per quello che erano: una massiccia violazione dei diritti del quarto emendamento degli americani. Sfortunatamente, il tribunale ha lasciato all'FBI una modifica relativamente minore delle sue procedure di ricerca di backdoor e non ha previsto che le persone colpite da queste violazioni potessero mai essere formalmente informate, in modo che potessero cercare i propri rimedi. Invece, andando avanti, il personale dell'FBI deve documentare quando usano identificatori di persone statunitensi per eseguire ricerche backdoor – come richiesto dal Congresso – e devono descrivere perché queste domande probabilmente restituiranno informazioni straniere. Questo è tutto.

Anche riguardo a questo requisito – che era già quello che la legge richiedeva – ci sono diverse eccezioni e scappatoie. Ciò significa che almeno in alcuni casi, l'FBI può ancora navigare attraverso enormi database di comunicazioni raccolte in modo ingiustificato utilizzando nomi, numeri di telefono, numeri di previdenza sociale e altre informazioni degli americani e quindi utilizzare il contenuto delle comunicazioni per indagini che non hanno nulla da fare con sicurezza nazionale.

Le decisioni della Corte segreta sono importanti, ma mancano i maggiori problemi con la sorveglianza di massa della Sezione 702

È inquietante che, in risposta a diffusi abusi incostituzionali da parte dell'FBI, i tribunali incaricati di proteggere la privacy delle persone e di supervisionare i programmi di sorveglianza del governo hanno richiesto ai funzionari dell'FBI di fare solo più scartoffie. Il fatto che un simile rimedio sia stato visto come appropriato sottolinea il modo in cui la privacy della gente comune astratta – e le protezioni del Quarto Emendamento – sono diventate sia per i giudici FISC che per i giudici di appello al di sopra della Foreign Intelligence Court of Review (FISCR).

Ma il fatto che i giudici considerino la protezione dei diritti della privacy delle persone attraverso la lente astratta delle procedure è anche colpa del Congresso e del ramo esecutivo, che continuano a spingere la finzione che i programmi di sorveglianza di massa che operano nella Sezione 702 possano essere messi in relazione con il Quarto Emendamento. Non possono essere.

In primo luogo, la Sezione 702 consente la raccolta diffusa (sequestro) delle attività e delle comunicazioni su Internet delle persone senza un mandato, e il successivo uso di tali informazioni (ricerca) per scopi criminali generali e per scopi di sicurezza nazionale. Tale sorveglianza non mirata e le relative invasioni della privacy sono un anatema al nostro diritto costituzionale alla privacy e assomigliano a un mandato generale segreto per cercare chiunque, in qualsiasi momento.

I fondatori non hanno combattuto una rivoluzione per ottenere il diritto ai protocolli delle agenzie governative

In secondo luogo, piuttosto che i giudici che decidono in casi specifici se il governo abbia una causa probabile per giustificare la sua sorveglianza di particolari persone o gruppi, il ruolo del FISC ai sensi della Sezione 702 è relegato all'approvazione di procedure generali che il governo afferma siano progettate per proteggere la privacy delle persone in generale. Invece di fungere da magistrato neutrale che protegge la privacy individuale, il tribunale è rimosso di diversi passi dalle persone reali coinvolte nella sorveglianza di massa del governo. Ciò consente ai giudici di decidere i diritti delle persone in astratto e senza mai dover informare le persone coinvolte, tanto meno fornire loro un rimedio per le violazioni. Ciò probabilmente porta il FISC ad avere maggiori probabilità di considerare le procedure e le pratiche burocratiche sufficienti a salvaguardare i diritti delle persone nel quarto emendamento. È anche il motivo per cui singoli casi civili come il nostro caso Jewel v. NSA sono così necessari.

Come dichiarato dalla Corte suprema in Riley v. California , “i Fondatori non hanno combattuto una rivoluzione per ottenere il diritto ai protocolli delle agenzie governative”. Tuttavia, tali protocolli astratti delle agenzie sono esattamente ciò che la FISC sostiene e applica qui in relazione alle comunicazioni costituzionalmente protette .

In terzo luogo, poiché la Sezione 702 consente al governo di accumulare vasti negozi di comunicazioni delle persone e autorizza esplicitamente l'FBI a cercarla, incoraggia la stessa privacy che abusa dei dettagli dell'opinione del FISC 2018. Queste violazioni del quarto emendamento sono significative e problematiche. Ma poiché il FISC è così lontano dalla supervisione dell'accesso dell'FBI ai dati, non considera le protezioni più elementari richieste dalla Costituzione: richiedere agli agenti di ottenere un mandato.

Speriamo che queste ultime rivelazioni siano un campanello d'allarme per il Congresso di agire e abrogare la Sezione 702 o, come minimo, di richiedere all'FBI di ottenere warrant individuali, approvati da un tribunale, prima di iniziare le loro ricerche backdoor. E mentre crediamo che la legge attuale permetta il nostro contenzioso civile, il Congresso può anche rimuovere i blocchi del governo fornendo un avviso chiaro e inequivocabile, nonché un rimedio individuale per i feriti da eventuali violazioni dell'FBI o della NSA o della CIA di questo diritto. Speriamo anche che lo stesso FISC si opponga al semplice fatto di essere un organo di controllo amministrativo, e invece promuova protezioni più rigorose per la privacy delle persone e presti maggiore attenzione ai problemi costituzionali inerenti alla Sezione 702.

Indipendentemente da ciò, il FEP continuerà a spingere le sue sfide legali al programma di sorveglianza di massa del governo e lavorerà per porre fine alla sorveglianza di massa incostituzionale.

(Articolo originale: EFF)

Commenta su Facebook

Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.