Una strana legge che interferisce con la ricerca sulla sicurezza, la cultura Remix e persino la riparazione delle auto

Una strana legge che interferisce con la ricerca sulla sicurezza, la cultura Remix e persino la riparazione delle auto

Come può una singola legge mal concepita provocare il caos in così tanti modi? Ti impedisce di realizzare video remix . Blocca la ricerca sulla sicurezza informatica . Mantiene le persone con disabilità di stampa dalla lettura di ebook . Rende illegale riparare le auto delle persone . Rende più difficile competere con le aziende tecnologiche progettando prodotti interoperabili . È stato persino utilizzato nel tentativo di bloccare cartucce di inchiostro di terze parti per stampanti .

È difficile da credere, ma queste sono solo alcune delle conseguenze della Sezione 1201 del Digital Millennium Copyright Act , che dà i denti legali ai “controlli di accesso” (come il DRM). I tribunali hanno per lo più interpretato la legge come l'abbandono delle tradizionali limitazioni alla portata del diritto d'autore, come il fair use, a favore di un regime rigoroso che penalizza l'eventuale esclusione dei controlli di accesso (come il DRM) su un'opera protetta da copyright indipendentemente dal proprio scopo non violativo, indipendentemente da il fatto che possiedi quella copia dell'opera.

Dal momento che il software può essere protetto da copyright, le aziende hanno sempre più sostenuto che non puoi nemmeno guardare il codice che controlla un dispositivo che possiedi, il che significherebbe che non ti è permesso di capire la tecnologia su cui ti affidi – per non parlare di come armeggiare o individuare vulnerabilità o funzionalità non divulgate che violano la tua privacy, ad esempio.

Data la terribile Sezione 1201, abbiamo citato in giudizio il governo a nome del ricercatore per la sicurezza Matt Green e dell'innovatore Andrew “bunnie” Huang – e della sua società, Alphamax. I nostri clienti vogliono impegnarsi in discorsi importanti e vogliono autorizzare gli altri a fare lo stesso, anche quando i controlli di accesso si frappongono.

Il caso è rimasto in sospeso per oltre due anni mentre aspettavamo una sentenza del giudice su una questione preliminare, ma alla fine si sta spostando di nuovo , con alcune delle richieste del Primo Emendamento dei nostri clienti che vanno avanti. Il mese scorso abbiamo chiesto alla corte di vietare l'applicazione incostituzionale della legge.

Ciò ha attirato l'attenzione dei cartelli sul copyright, che probabilmente si opporranno alla nostra mozione entro la fine del mese. A loro avviso, le sanzioni già astronomiche per l'effettiva violazione del copyright non sono sufficienti per affrontare il problema percepito e il danno collaterale alla nostra libertà di parola e la nostra comprensione della tecnologia che ci circonda sono tutte perdite accettabili nella loro guerra per controllare la distribuzione di opere culturali.

EFF è orgoglioso di aiutare i nostri clienti ad assumere sia il Dipartimento di Giustizia sia uno dei gruppi di pressione più potenti del paese, per lottare per le tue libertà e per un mondo migliore in cui siamo liberi di comprendere la tecnologia che ci circonda e di partecipare nel creare cultura insieme.

(Articolo originale: EFF)

Commenta su Facebook

Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.