Salva le api per salvare il pianeta

Secondo le stime delle organizzazioni degli apicoltori, 175.000 tonnellate di sostanze chimiche sono inquinate e compromettono l'ecosistema in cui vivono e si riproducono le api.

In Italia ci sono 40 mila apicoltori e 12 mila produttori di apicoltori che, compresi quelli indotti, generano un fatturato compreso tra 57 e 62 milioni di euro all'anno. Il valore del servizio di impollinazione reso all'agricoltura è stimato a 2,6 miliardi di euro. Ciò che rende inestimabile l'umanità: secondo i dati della FAO, le api garantiscono l'impollinazione di 71 delle 100 colture che costituiscono il 90% dei prodotti alimentari in tutto il mondo.

L'uso indiscriminato di insetticidi ed erbicidi è incoraggiato dalle multinazionali, nell'UE alcuni sono vietati, ma se il TTIP fosse approvato, secondo uno studio del Center for International and Environmental Law, ben 82 pesticidi vietati in Europa, ma consentito negli Stati Uniti, entrerebbe nel mercato, aggravando ulteriormente una situazione già drammatica. Follia.

Abbiamo intervistato un apicoltore, Giorgio Torazza, che ama le api e racconta in termini semplici chi crea il problema e come risolverlo. Perché risolverlo è vitale. Salva le api per salvare il pianeta!

[ Dall'archivio blog – 5 maggio 2015 ]

(Fonte: Articolo originale sul Blog di Beppe Grillo)

Commenta su Facebook

Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.