I pericoli dello shopping al supermercato

Anche nell'era dello shopping online ci sono generalmente momenti in cui dobbiamo visitare un supermercato, che lo desideriamo o no. Sia perché il tuo coinquilino ha, ancora una volta, rubato tutto il tuo latte (anche se giurano ciecamente di non averlo toccato) o perché uno dei tuoi figli è apparso improvvisamente al piano di sotto alle 22 con un elenco di 28 ingredienti di cui hanno bisogno domani domani a scuola, 27 dei quali non hai.

O forse non ti fidi dello shopping online nei supermercati a causa di quella volta che la tua carne di manzo è stata sostituita con 6 tagliatelle di manzo e pomodoro, il che significava che il pranzo che avevi pianificato per i suoceri doveva andare improvvisamente in una direzione completamente diversa.

Qualunque sia la ragione per visitare un supermercato, raramente è un evento semplice. Anche una cosa abbastanza piacevole, come imbattersi in qualcuno che conosci, può oscurare molto rapidamente. Si incontrano per la prima volta nella navata del formaggio, possibilmente letteralmente se si è riusciti a scegliere un carrello con ruote difettose che va in qualsiasi modo tranne nel modo desiderato. Scambiate convenevoli sopra i triangoli di cheddar e Dairylea, salutate, poi proseguite per la vostra allegra pensando a quanto è stato bello vederli. Fino a quando non ti imbatterai di nuovo nella navata successiva.

“Ho voglia di incontrarti qui!”, Esclamano scherzosamente.

Ridi e si salutano a vicenda. Ancora. Quindi, nella navata successiva, con la coda dell'occhio li vedi. Eccoli di nuovo insanguinati.

“Dobbiamo smettere di incontrarci in questo modo. La gente parlerà. ”Dici, a denti leggermente stretti.

“Mi stai seguendo? Devo chiamare sicurezza? ”, Dirai (per metà) scherzosamente, quando ti imbatterai di nuovo in corridoio 14.

Quando avrai raggiunto la navata del congelatore, sarai pronto a buttarti a capofitto nella sezione veg surgelata per evitare di dover vedere o parlare di nuovo con loro (mai).

Anche la più semplice delle visite al supermercato può spesso trasformarsi in una missione. Tutto quello che vuoi fare è entrare, prendere ciò di cui hai bisogno, quindi uscire di nuovo. Ma oh no.

Per prima cosa devi manovrare intorno alle due persone che hanno deciso che proprio nel mezzo del corridoio è il luogo ideale per parcheggiare i loro carrelli e fare due chiacchiere.

Quindi ti rendi conto di aver dimenticato la tua lista. C'erano solo 3 cose scritte su di esso, ma ora la tua mente è svuotata e non riesci a ricordare quali fossero queste 3 cose, quindi è praticamente garantito che tornerai a casa con 12 oggetti, nessuno dei quali è quello che in realtà è andato per. Poiché hai inserito solo 3 articoli, ovviamente non hai avuto bisogno di un carrello o di un cestino. Ora hai molto più di 3 cose, ma hai solo intenzione di modellarle e cercare di bilanciarle tutte tra le tue braccia in quanto sarai dannato se stai andando alla ricerca di una nave per le tue merci ora.

Probabilmente dovrai superare un bambino piccolo che ha un capriccio urlante sul pavimento perché non gli è più permesso di spingere il carrello mentre lo usano per fracassare una vecchia signora alla caviglia e poi rovesciare un display a metà prezzo Cedro.

A metà giro ti accorgerai di aver dimenticato di portare una borsa con te e di iniziare a borbottare oscenità sottovoce perché dovrai pagare ancora un'altra borsa per unirti all'esercito di altri speronati nell'armadio sotto il lavandino della cucina .

Poi è passato la sezione degli adesivi gialli che cerca di evitare che le due persone combattano per un pacchetto di trucchi obsoleti e leggermente grigi che è stato ridotto da £ 3,50 a £ 3,38.

È come il peggior round di Crystal Maze di sempre.

Quando si tratta di pagare effettivamente per i tuoi acquisti, questo è un altro campo minato in sé. Indipendentemente dalla linea scelta, si sposterà sempre più lentamente di ogni altra. Legge di Sod.

Nella tua coda ci sarà la persona che ha dimenticato qualcosa e scompare per ottenerlo, lasciando i loro acquisti sul nastro trasportatore e tutti gli altri si chiederanno se stanno tornando o meno.

Ci sarà anche quella persona che vuole usare coupon del valore di £ 47 e avrà un fischio quando gli viene detto che non possono usarli perché non sono aggiornati e per un supermercato completamente diverso.

Inoltre ci sarà qualcun altro di fronte a te che proverà a comprare qualcosa che non ha un'etichetta, quindi dovrai aspettare mentre un membro dello staff corre nel negozio cercando di trovare un prezzo.

E se sei davvero in fila dall'inferno, sarai anche dietro una persona che non mette giù il divisore dello shopping per te.

Puoi sempre andare alla cassa self service. Cioè se vuoi ritrovarti, solo pochi minuti dopo, a strillare “NON C'È NULLA INASPETTATO NELLA ZONA DEL BAGAGLIO BASTARDO” su una macchina mentre le persone iniziano a nervosamente allontanarsi da te.

Se fai shopping ad Aldi o Lidl, passare alla cassa è più una battaglia di volontà e sopravvivenza del più adatto. Carichi il nastro trasportatore con i generi alimentari che hai acquistato e gli articoli del corridoio centrale che sicuramente non hai fatto, e poi ti vengono lanciati a tutta forza attraverso il checkout. Pensi che sarai in grado di tenere il passo con l'imballaggio. Non lo farai. Aggiungi la tua selezione di salsiccia tedesca, set di prese da 36 pezzi, motosega e panca da giardino gonfiabile nel carrello e poi vai a imballarla sul lato del negozio come un buon piccolo cliente.

Ma riesci a distinguerlo in un unico pezzo. Quasi. I tuoi nervi sono leggermente incazzati ma sei solo grato che sia finita. È ora di andare a casa e bere una bella tazza di tè. Fino a quando entri, metti il ​​bollitore e poi improvvisamente ricorda che hai finito il latte … e ti sei dimenticato di comprare ancora.

tramite GIPHY

Il post The Perils of Supermarket Shopping è apparso per primo su The Poke .

(Articolo originale: The Poke)

Commenta su Facebook

Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.