Le prove e le tribolazioni dell’uso del telefono da adolescente negli anni ’90

Negli anni '80, se mi avessi detto che in futuro praticamente tutti, anche i bambini come me, avrebbero avuto un telefono che avrebbero potuto portare ovunque e usare ovunque per parlare con chiunque, allora probabilmente avrei pattinato via come più veloce che potevo nei miei stivali a rullo, poiché mia mamma mi diceva di non parlare mai con estranei.

Scherzi a parte, quando ero un bambino, e poi un adolescente, negli anni '80 e '90, l'intera relazione con i telefoni non era come quella dei bambini e dei ragazzi al giorno d'oggi.

Per i principianti, non hanno mai avuto esperienza con un telefono rotativo. Dover mettere il dito indice nel foro del primo numero che si desidera comporre, quindi ruotarlo in senso orario fino a raggiungere la punta di metallo. Quindi ripetere il processo più e più volte fino a quando non hai composto tutti i numeri. Era un compito noioso il più delle volte, soprattutto se il numero che stavi chiamando era occupato, dato che non c'era un pulsante di ricomposizione. Se volevi riprovare a telefonare, dovevi riavviare l'intero dannato processo.

tramite GIPHY

Per fortuna, l'unica volta in cui ho avuto davvero bisogno del telefono, oltre a farmi ringraziare per le relazioni con gli anziani per i regali di compleanno, è stato quello di provare a chiamare subdolamente Saturday Superstore mentre mia mamma stava mentendo. Ben oltre 30 anni dopo riesco a malapena a ricordare cosa ho mangiato a colazione stamattina o per cosa ho aperto una nuova scheda Google, ma ricordo ancora il numero di telefono di Saturday Superstore. È inciso nel mio cervello per sempre, probabilmente al posto di qualcos'altro che dovrebbe essere lì, come come fare una lunga divisione.

Fortunatamente, quando ho raggiunto la mia adolescenza e ho iniziato a voler usare di più il telefono, un telefono a pulsante aveva sostituito il nostro telefono rotativo. Tuttavia, ora non correre il rischio di un dito indice slogato da un numero eccessivo era davvero l'unico vantaggio. Il telefono potrebbe essere stato più facile da comporre ora, ma era ancora attaccato al muro. Possedere un telefono cordless era ancora molto lontano.

Ciò significava una privacy assolutamente nulla quando cercavo di parlare con gli amici o, peggio ancora, con qualcuno su cui avevo una grande cotta. Il nostro telefono era nel corridoio, il che significava che ore trascorse a disagio a sedere in una brutta copia in fondo alle scale mentre vari membri della famiglia si trascinavano, senza nemmeno fingere di non aver intercettato. A metà dei miei anni i miei genitori avevano un secondo telefono, nella loro camera da letto, il che alla fine significava l'opportunità di parlare in pace con i miei compagni. Cioè fino a metà chat e improvvisamente un genitore prendeva il telefono al piano di sotto e mi urlava per scendere dal telefono e smettere di pagare la bolletta del telefono perché non siamo fatti di soldi e perché stai usando il telefono prima delle 18:00 quando sai che è più economico effettuare chiamate dopo quel momento e con chi stai parlando? È di nuovo quella Katherine? Di cosa hai persino bisogno di parlare quando ti vedevi a scuola tutto il giorno e smetti di essere egoista mentre fa il telefono mentre la tua nana sta cercando di passare e cosa diavolo fai nella mia camera da letto, tutto mentre lentamente è morto dentro un po 'per l'imbarazzo.

L'arte reale di fare una telefonata in primo luogo potrebbe essere spesso un dramma in sé. Non avevamo numeri di telefono programmati nel telefono, quindi abbiamo dovuto memorizzarli o annotarli in un libro speciale. Se non avevamo un numero, dovevamo telefonare a un operatore per ottenerlo o cercarlo in Le Pagine Gialle, che era, stranamente, un libro con pagine gialle che pesava più o meno come un bambino piccolo e lasciava inchiostro stampa su tutte le mani. Aveva però delle buone pubblicità televisive. Indica JR Hartley e la pesca con la mosca a persone di una certa età e sapranno esattamente di cosa stai parlando.

1983 - Pagine gialle JR Hartley

Via makeagif.com

Se stavi telefonando a un amico, speravi e pregavi che fossero loro a rispondere al telefono, quindi non dovevi prima parlare con uno dei loro genitori (che rispondeva sempre al telefono pronunciando il loro numero di telefono invece di salutare ).

Anche ricevere una chiamata potrebbe essere un'esperienza traumatica. Non esisteva l'identificativo del chiamante, quindi quando si rispondeva al telefono non si aveva idea di chi fosse dall'altra parte. Potrebbe essere la tua migliore compagna, potrebbe essere la tua zia Jackie che vuole darti un aggiornamento sulle sue pile. NON LO SAPETE SOLO!

Se ti aspettavi (sperando disperatamente) una chiamata da qualcuno che immaginavi, allora dovevi stare sempre in guardia. L'ultima cosa che volevi era che un genitore o, a volte anche peggio, un fratello venisse al telefono prima di te, quindi saresti in allerta rossa, aggirandoti attorno, pronto a lanciarti se suonava. Inutile cercare di mettersi a proprio agio durante l'attesa sedendosi sulla sedia a sacco o sulla poltrona gonfiabile in quanto non avresti mai inventato in tempo per essere il primo al telefono se avesse iniziato a squillare.

Oggi possedere un cellulare significa che puoi effettuare o ricevere una chiamata anche se sei in giro. Quando ero un adolescente, però, avevamo programmato di incontrarci con gli amici, ma poi una volta che hai lasciato la tua casa, era così. Non hai avuto modo di entrare in contatto con nessuno a meno che tu non abbia usato un telefono pubblico – se riuscissi a trovarne uno che non era stato vandalizzato, avevi un pezzo da dieci pence e potresti tollerare l'odore di urina che è. Se un amico era in ritardo per incontrarti in città un sabato pomeriggio, dovevi semplicemente stare lì ad aspettare come un completo intorpidimento fino a quando finalmente si sono presentati. Non potresti nemmeno andare a dare un'occhiata ai negozi nel caso in cui si presentassero al punto di incontro fuori da Wimpy mentre eri in Footlocker a dare un'occhiata agli ultimi allenatori di Fila.

Inoltre, nel corso della giornata, se stessimo andando a casa di un amico, dopo aver camminato attraverso i boschi e passato quel cespuglio dove Kevin Jones avrebbe trovato una sporca rivista, non potremmo mandare un sms a nostra mamma per dirle che avremmo ci siamo arrivati ​​sani e salvi, quindi abbiamo dovuto usare il sistema a 3 anelli. Per quelli non abbastanza informati (anche se troppo giovani) per sapere di cosa si tratta, è dove arriveresti a destinazione, utilizzare il loro telefono fisso per telefonare a casa, lasciare che il telefono squilli 3 volte, quindi riattaccare, quindi non costa il pagatore soldi, ma consenti a tua madre di sapere che ci saresti arrivato in sicurezza.

Tuttavia, ora quando si tratta di telefoni, anche se al giorno d'oggi gli adolescenti non devono affrontare queste stesse prove e tribolazioni, c'è una cosa che gli utenti di dispositivi mobili non possono fare. Quando usano un cellulare e litigano con qualcuno, non riescono mai ad apprezzare l'immensa soddisfazione di riagganciare quella persona sbattendo il telefono.

tramite GIPHY

.

Il post Le prove e le tribolazioni dell'uso del telefono da adolescente negli anni '90 sono apparse per la prima volta su The Poke .

(Articolo originale: The Poke)

Commenta su Facebook

Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.