L’entomologo rivela: le api anziane osservano le api operaie mentre costruiscono l’alveare

Inset (TO) – Una sorprendente scoperta è stata annunciata questa mattina dal team guidato dall'entomologo torinese Enrico Pimo : le api anziane, quando non hanno più funzioni riproduttive o lavorative, osservano le api operaie durante la costruzione dell'alveare.

Enrico Pimo , che studia insetti da quando è stato morso da un entomologo radioattivo, ha ottenuto risultati sorprendenti negli ultimi anni, dimostrando di essere uno dei migliori ricercatori al mondo nel suo campo: tra le altre cose, ha scoperto una mantide religiosa che dopo il sesso, vuole coccole, un grosso muso che non è bello nemmeno per mamma soja e una zanzara che ritorna ogni estate per pungere lo stesso uomo.

La sua ultima ricerca getta nuova luce sul mondo delle api. Il team italiano che ha guidato, grazie a piccoli insetti robot dotati di micro-telecamere (testati per mesi nel bagno di Miriam Leone ), ha scoperto che oltre all'ape regina ( apis sabinabegan ), alle api operaie ( apis cipputi ) e a i droni ( apis roccosiffredi ) esiste una nuova categoria che finora è sfuggita agli entomologi: l'ape che osserva le opere ( apis umarell ).

I droni o le api operaie diventano api umarell appena raggiungono i 100 giorni di età e si ritirano dalla vita attiva, dedicandosi a guardare il lavoro degli insetti più giovani. Le api umarell si alzano dalle loro posizioni con un “Oplà” , vanno nel cortile dell'alveare indossando una specie di cappello fatto da foglie di platano e si muovono volando a marce basse, creando lunghe code, infine in agguato in una posa caratteristica con le gambe incrociate dietro la sua schiena.

Questi vecchi insetti, dal culmine della loro esperienza, dispensano preziosi consigli alle api operaie, anche se sembra che questi ultimi non li apprezzino particolarmente. Le reazioni più comuni sono in effetti due: ignora totalmente i suggerimenti o rispondi sufficientemente con “Ok boomer” .

Andrea Michielotto

Fonte: Articolo originale su Lercio

Commenta su Facebook

Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.