Health Blogger rivela la realtà dietro le foto di Instagram (30 nuove foto)

La battaglia di " Instagram vs. Reality " continua e la blogger Sara Puhto è tornata a combattere per quest'ultima. Continua a condividere foto affiancate che rivelano quanto una certa angolazione o succhiare la pancia possano cambiare il modo in cui guardi una foto. A volte la differenza nei suoi caricamenti è così sorprendente, è difficile credere che siano la stessa ragazza.

"Sono sicuro che tutti abbiamo avuto quella sensazione in cui ti senti carino in spiaggia ma poi ti siedi e all'improvviso ti senti insicuro e non sai come sederti senza … sentire … anche esposto ", ha scritto. "Nessuno ti sta giudicando e anche se qualcuno lo era allora è un riflesso delle loro insicurezze interiori, non delle tue."

Con hashtag come la fiducia nel corpo, sii gentile con te stesso e il progresso non la perfezione, Sara sta dicendo al mondo che la bellezza inizia dentro.

Maggiori informazioni: Instagram

1 #

Crediti immagine: saggysara

Tuttavia, le persone stanno rivelando molto con le loro foto di Instagram. Anche se stanno cercando di nascondere le cose. Compresa la depressione.

Andrew G. Reece e Christopher M. Danforth hanno esaminato i dati di Instagram da 166 persone, oltre a chiedere se avevano una diagnosi di depressione clinica da un professionista della salute mentale. Quindi, hanno applicato strumenti di apprendimento automatico per identificare i marker di depressione. I ricercatori hanno esaminato 43.950 foto di Instagram partecipanti utilizzando l'analisi del colore, i componenti dei metadati e il rilevamento algoritmico del viso.

2 #

Crediti immagine: saggysara

I risultati concludono che le foto pubblicate da persone depresse erano più blu, più grigie e più scure. Inoltre, queste persone avevano meno probabilità di usare i filtri. Tuttavia, quando li hanno applicati alle loro immagini, la loro scelta più popolare è stata Inkwell, che rende tutto in bianco e nero. È interessante notare che quando la macchina ha dato un indicatore di depressione, era giusto circa il 54 percento delle volte. Per fare un confronto, i medici di base non assistiti eseguono correttamente una diagnosi di depressione circa il 42 percento delle volte.

3 #

Crediti immagine: saggysara

# 4

Crediti immagine: saggysara

# 5

Crediti immagine: saggysara

# 6

Crediti immagine: saggysara

# 7

Crediti immagine: saggysara

# 8

Crediti immagine: saggysara

# 9

Crediti immagine: saggysara

# 10

Crediti immagine: saggysara

# 11

Crediti immagine: saggysara

# 12

Crediti immagine: saggysara

# 13

Crediti immagine: saggysara

# 14

Crediti immagine: saggysara

# 15

Crediti immagine: saggysara

# 16

Crediti immagine: saggysara

# 17

Crediti immagine: saggysara

# 18

Crediti immagine: saggysara

# 19

Crediti immagine: saggysara

# 20

Crediti immagine: saggysara

# 21

Crediti immagine: saggysara

# 22

Crediti immagine: saggysara

# 23

Crediti immagine: saggysara

# 24

Crediti immagine: saggysara

# 25

Crediti immagine: saggysara

# 26

Crediti immagine: saggysara

# 27

Crediti immagine: saggysara

# 28

Crediti immagine: saggysara

# 29

Crediti immagine: saggysara

# 30

Crediti immagine: saggysara

(Fonte: Bored Panda)

Commenta su Facebook

Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.