Il produttore si offre di “pagare” con l’esposizione e ottiene lui stesso un’esposizione indesiderata

Se lavori, vieni pagato. Se lavori di più, vieni pagato di più. Questi sono due concetti molto semplici che alcune persone semplicemente non riescono a capire. Dopotutto, non ti aspetteresti che le persone barattino con te per i tuoi servizi offrendoti un sacco di patate o un nuovo paio di scarpe da ginnastica (beh, a meno che tu non sia un fotografo o un artista, cioè).

Ma sembra che anche se ci siamo (per lo più) spostati oltre il baratto, abbiamo accelerato l'era dell'esposizione. Sì, alcune persone credono che promettere a qualcuno l'attenzione equivale a dare loro un equo compenso.

Una conversazione di messaggi di testo tra un produttore e un potenziale ballerino di backup è stata pubblicata su Imgur ed è diventata virale. Il produttore ha promesso un'esposizione per lavoro, ma la persona con cui stava parlando non stava facendo nulla di vuoto e ha iniziato a mandare messaggi alle persone, avvertendole degli shenanigans del produttore.

Panda annoiato ha parlato con un rappresentante del Freelancer Club , con sede a Londra, del lavoro per l'esposizione. Il Freelancer Club gestisce una campagna chiamata #NoFreeWork che mira a sradicare il lavoro non retribuito e i pagamenti tardivi nel settore dei freelance. Scorri verso il basso per l'intervista completa.

Un produttore voleva ballerini di backup che lavorassero per l'esposizione

Crediti immagine: vgajic (non la foto reale)

I liberi professionisti dovrebbero dire "no"

“Stiamo lavorando duramente per cambiare la cultura del lavoro per l'esposizione, l'esperienza, il prestigio e la promessa di un lavoro retribuito in futuro educando nuovi e aspiranti liberi professionisti. Evidenziamo l'impatto che ha sulla loro carriera, mostriamo loro quanto sono preziosi e lavorano sulla loro autostima. Dal lato dell'azienda, mostriamo loro come pagare i liberi professionisti sia equamente migliore per i loro profitti e per la loro reputazione a lungo termine. Inoltre, stiamo facendo pressioni sul governo affinché modifichi la legislazione che garantirà maggiore protezione legale ai liberi professionisti che sono chiaramente sfruttati per il loro talento. "

Secondo il rappresentante del Freelancer Club, alcune persone o società che offrono alle persone di lavorare per l'esposizione invece del pagamento hanno a che fare con quanto apprezzano gli altri. "Molti vedono i liberi professionisti, in particolare nel settore creativo, come hobbisti e credono di poter cavarsela con il" pagamento "dell'esposizione. Sfruttano le dimensioni del pubblico, il nome del marchio o il fascino di ottenere il riconoscimento. Ecco perché i servizi in cambio di esposizione sono all'ordine del giorno in settori glamour come la moda, la musica e il cinema. "

Matt di The Freelancer Club ha proseguito: “Dal punto di vista di un libero professionista, viene spesso detto loro che lavorare per l'esposizione è un rito di passaggio o una parte essenziale della costruzione di un portfolio da parte dei loro insegnanti, professori universitari e colleghi. Ciò ha creato una cultura di sfruttamento che dobbiamo affrontare ad entrambe le estremità. "

"Al Freelancer Club prendiamo una linea dura e suggeriamo ai liberi professionisti di dire" no ". Il problema è che alcuni "liberi professionisti" sono persone con una passione che offriranno liberamente il loro lavoro per l'esposizione mentre i professionisti si affidano al pagamento per sopravvivere. Questo confonde l'acqua. "

Il rappresentante del Freelancer Club ha dichiarato a Bored Panda che "hanno intervistato oltre 1.000 persone che hanno lavorato gratuitamente (il 52% lo ha fatto per esposizione) e ha dimostrato quanto sia stato dannoso per la loro carriera e per l'intero settore".

Lavorare per l'esposizione fa male al portafoglio

"Nel Regno Unito, il lavoro non retribuito costa a £ 5.394 (7.086 dollari) per ogni libero professionista e la cifra è molto simile negli Stati Uniti. Se rinunci al tuo lavoro per l'esposizione pensando che riceverai un lavoro retribuito da esso in futuro, le statistiche mostrano che questo è raramente il caso, inoltre, il lavoro aggiuntivo non dovrebbe comunque essere una conseguenza di un lavoro retribuito? Se qualcuno è disposto a promuovere il tuo lavoro, deve valutarlo, quindi perché non pagarlo! È facile entrare in un ciclo di lavoro per l'esposizione e non essere mai pagati. ”

Matt ha affermato che i motivi principali per cui le persone scelgono di lavorare per l'esposizione sono perché sperano di ottenere un lavoro retribuito in futuro, di aggiungere al proprio portafoglio o di utilizzare il nome dell'azienda che ha promosso il proprio lavoro.

“Inoltre, sapere che il tuo lavoro creativo viene visto da molte persone si sente bene e accarezza l'ego. Credo che ci sia una correlazione tra il lavoro di sfruttamento per l'esposizione e la convalida della scelta di una carriera creativa ", ha detto Matt. "A molti creativi viene detto di" ottenere un vero lavoro "quando esprimono il loro desiderio di fare qualcosa di artistico. Vedere il loro lavoro in stampa, online o ottenere il riconoscimento in qualche modo convalida la loro decisione e, in modo contorto, dimostra che i dubbiosi si sbagliano. L'ironia è che hanno rinunciato al loro valore per farlo. "

"Hai talento: apprezza te stesso e anche gli altri lo apprezzeranno."

Ha dato consigli a quelle persone che sono bloccate a fare lavori per l'esposizione. “Calcola la tua tariffa giornaliera. Una volta che conosci il tuo valore, mettiti comodo parlando di soldi e mantieni le tue pistole. Abbiamo dimostrato che lavorare per l'esposizione raramente si traduce in lavoro retribuito, collaborare con altri creativi o impostare un autoprogetto per costruire il tuo portafoglio e tenere presente che la cultura di lavorare per l'esposizione è molto dannosa per te e per il tuo settore. "

"Hai talento: apprezza te stesso e anche gli altri lo apprezzeranno", ha aggiunto Matt del The Freelancer Club.

Cari Panda, hai mai lavorato per l'esposizione prima? Cosa ne pensi delle persone che vogliono i tuoi servizi ma non possono pagarti in cambio? Pensi che fosse giusto esporre il produttore che voleva che gli altri lavorassero per l'esposizione?

Ecco come le persone hanno reagito allo scambio di messaggi di testo

(Fonte: Bored Panda)

Commenta su Facebook

Babel Fish

Con l'ausilio di un Pesce di Babele, Babel Fish traduce in italiano articoli da noti blog intergalattici e - giammai soddisfatto - traduce dall'italiano al Vogon e poi di nuovo dal Vogon all'italiano articoli da noti blog italiani. I risultati delle lavoro di Babel Fish sono pubblicati su questo blog.